IPERPRESSIONE ROTULEA

L’ iperpressione rotulea è una patologia in cui durante il movimento di estensione della gamba, la rotula ha la tendenza a spingere verso l’ sterno, non compiendo il fisiologico tragitto ben centrato nella doccia epitrocleare; questo porta ad un’ acuta infiammazione che si cronicizza col tempo.
Tipica del sesso femminile con le ginocchia in valgismo, ha causa prevalentemente congenita, caratterizzata da retrazione o da lassità dei legamenti.
Compare il dolore spesso non inizialmente, ma si può arrivare in fase successiva anche ad un blocco articolare. In certi casi si può vedere il ginocchio gonfio dovuto all’ infiammazione delle strutture posteriori e superiori della rotula: borsa sinoviale e tessuto adiposo.
Nel caso specifico degli sportivi, in cui tale patologia è abbastanza frequente, si verificherà inoltre una probabile correlata condropatia, dovuta al continuo sovraccarico e ai ripetuti microtraumi connessi all’ attività svolta.
Il trattamento conservativo si concentra soprattutto su programmi mirati di KINESITERAPIA dove si propone per tale patologia, in particolare il METODO MEZIèRES, e RPG con lo scopo di riequilibrare la giusta tensione delle componenti muscolari e rinforzarne alcuni complessi specifici ridonando così una ottimale funzione posturale alle strutture interessate.
Risulta utile inoltre un protocollo di GINNASTICA PROPRIOCETTIVA che regoli una corretta articolarità e sedi il sintomo doloroso.
Tutto il lavoro di recupero funzionale può essere completato da un aiuto concreto e sinergico dato dall’ utilizzo di KINESIOTAPING, che ha un’ azione stabilizzante sull’ intera struttura del ginocchio, andando a compensare l’ ipotono principalmente del vasto mediale del muscolo quadricipite.