“GINOCCHIO DEL CORRIDORE”

La sindrome della bandelletta ileotibiale, nota anche come “ginocchio del corridore”, è un processo infiammatorio a carico dell’ultimo tratto della fascia femorale (o fascia lata), dovuto allo sfregamento del muscolo contro il femore. Si tratta di una sindrome da sovraccarico, le cui cause possono essere: fattori predisponenti di natura anatomica, (varismo del ginocchio, il varismo della tibia, eccessiva pronazione); scarso esercizio di stretching; calzature non adatte o usurate; corsa su fondo inclinato o irregolare; chilometraggio eccessivo. La patologia si presenta con un dolore sordo e continuo a lato del ginocchio, che se trascurato può diventare acuto e invalidante.

La prima misura da attuare in caso di bandelletta ileotibiale è la sospensione degli allenamenti, per un periodo che può arrivare fino a 20 giorni, evitando anche in seguito di scegliere percorsi circolari e terreni sconnessi. Altra misura importantissima è l’applicazione di ghiaccio per dieci minuti ogni due ore, al fine di ridurre l’infiammazione. Non massaggiare assolutamente il lato del ginocchio dove si accusa dolore, altrimenti si aggraverà la situazione. Fondamentale è lo stretching della banda ileo tibiale. Infine, quando il quadro clinico si è risolto, riprendere l’esercizio fisico gradualmente.