TENDINOPATIA ROTULEA

La tendinopatia rotulea del ginocchio è una patologia molto frequente soprattutto tra gli sportivi. Detta anche ginocchio del saltatore, colpisce il tendine rotuleo maggiormente nell’inserzione inferiore della rotula, questo tendine funge da potente stabilizzatore della rotula.

E’ causata principalmente dalle ripetute sollecitazioni spesso dovute al gesto atletico a livello appunto del tendine, Il sintomo principale è la percezione di forte dolore ben localizzato nella regione inferiore del ginocchio, in particolar modo durante i movimenti di estensione. Fondamentale sapere che se non curata adeguatamente la patologia rischia recidive e aggravamento nel tempo.

Può avere molteplici cause:

  • disallineamento del femore e della rotula;
  • rotula alta;
  • eccessiva rotazione della tibia;
  • non corretta estensione del muscolo retto femorale;
  • tensioni, contratture e trigger point del quadricipite.

Il sintomo principale della tendinopatia è il dolore persistente, che si manifesta in modo subdolo nella parte anteriore del ginocchio; progredisce se non trattata all’ insorgere del dolore, in modo recidivante con rischio di cronicità. Il trattamento nella fase acuta, consiste in crioterapia e riposo attivo, dove si consiglia un’ attività tipo idroterapia. Sono inoltre molto utili applicazioni di kinesiotaping ai fini di permette un ritorno soprattutto dell’ atleta allo svolgimento dell’ attività sportiva in tempi precoci. Ottimi risultati si possono avere con le terapie manuali, in particolare con la manipolazione miofasciale e cyriax al tendine rotuleo che può favorirne la guarigione, associata a terapie fisiche, quali tecar, laser e ultrasuoni. Successivamente per correggere le cause meccanico posturali scatenanti sopra riportate occorre approcciare con sedute individuali seguite da un fisioterapista specializzato in RPG e con trattamenti osteopatici al fine di riequilibrare i vettori di forza che tengono nella fisiologica asse la rotula.