top of page

Mi si è accavallato un nervo?

So che stai leggendo questo articolo perché anche tu nella vita hai detto almeno una volta “ ho un nervo accavallato”…


Brutte notizie!

I nervi non si accavallano.


Si tratta infatti di un termine che viene comunemente usato in maniera inesatta; ma vediamo di fare chiarezza!


Cosa sono i nervi?



I nervi sono le strutture che compongono il cosiddetto sistema nervoso periferico (SNP). Il sistema nervoso periferico è l'aiutante del sistema nervoso centrale (SNC), i cui organi costituenti sono il cervello e il midollo spinale e il loro compito è quello di inviare importanti messaggi a tutto l'organismo.


Nella realtà i nervi non possono accavallarsi e il motivo è dato principalmente dalla loro posizione, che essendo molto simile a quella di due corde tese rende impossibile, per fortuna, un movimento di questo tipo.




Se non è il nervo, cos’è allora?


Si tratta di un problema MUSCOLARE, per la precisione di un’infiammazione derivata dalla sua eccessiva contrazione, meglio nota come contrattura.


La contrattura muscolare è una contrazione involontaria, insistente e dolorosa di uno o più muscoli scheletrici.

Questa condizione è caratterizzata da un indurimento muscolare, che al tatto può apparire come se nel tessuto fosse presente un vero e proprio accavallamento, da qui il termine “Nervo accavallato”.


Cosa causa queste contratture?


I motivi possono essere diversi ma i principali sono:

  • Postura scorretta

  • Stati d’ansia o di eccessiva tensione emotiva

  • Intensa attività fisica oppure gesto atletico eseguito male

  • Traumi

  • Stile di vita sedentario

  • Improvviso cambiamento climatico








Ma ad una varietà di possibili cause corrisponde una varietà di possibili trattamenti specifici per ogni problema.

Per prima cosa è fondamentale individuare la causa di una contrattura muscolare. Viene fatta una accurata valutazione dello stile di vita e della posizione lavorativa, oltre ad eventuali errori nell’esecuzione di alcuni esercizi nella pratica sportiva e ai sovraccarichi che queste due variabili possono apportare al sistema muscolo scheletrico.


Generalmente poi si procede con una valutazione manuale del problema, andando ad evocare il dolore tramite la palpazione della contrattura muscolare.


Come comportarci?


A questo punto viene scelta la combinazione di approcci terapeutici più giusta in base alla situazione!


Le terapie più frequenti e comuni includono:


  • Applicazione di impacchi caldi sulla zona (come la borsa dell’acqua calda)

  • Utilizzo di farmaci antidolorifici o farmaci miorilassanti

  • Trattamenti manuali come la massoterapia decontratturante o il massaggio miofasciale

  • Terapie strumentali come la tecarterapia

  • Esercizi di allungamento


Per concludere è bene tenere a mente l’importanza di PREVENIRE l’insorgenza di questi sintomi tramite trattamenti fisioterapici mirati!











Comments


Scopri le origini del tuo dolore alla spalla e come tornare alla normalità
  • Whatsapp
bottom of page