RIEDUCAZIONE PROPRIOCETTIVA

La sensibilità propriocettiva è la capacità del nostro sistema muscolare di avvertire la posizione dei segmenti corporei nello spazio e di adattarsi ai movimenti e allo spazio circostante al fine di mantenere l’equilibrio e imprimere una corretta gestione degli atti motori. Di solito questa informazione viene veicolata a livello subcosciente.

Dopo un trauma, un intervento chirurgico, un periodo di immobilità questa caratteristica viene meno e perciò va recuperata con esercizi specifici.

La progressione consiste nel partire da situazioni stabili e sicure (appoggio in bipodalica con gli occhi aperti) per giungere progressivamente a quelle decisamente più impegnative per il paziente (appoggio in monopodalica su piano instabile a occhi chiusi). Successivamente gli esercizi possono prevedere degli elementi destabilizzanti aggiuntivi, quali associare all’appoggio instabile  movimenti dell’arto controlaterale contro resistenza, movimenti del tronco e delle braccia, a bassa e ad alta velocità.