1/1

La gestione diagnostica e terapeutica dello sportivo è differente da quella di un paziente comune: la riabilitazione sportiva ha come obiettivo il recupero post-infortunio dell’atleta che deve tornare il prima possibile ed in perfette condizioni alla pratica del proprio sport con la garanzia di ridurre al minimo il rischio di recidiva e proprio per questo è caratterizzata da una maggior dinamicità, intensità e specificità degli esercizi in relazione allo sport praticato.

Per questo motivo abbiamo studiato programmi specifici per la prevenzione e la cura delle patologie tipiche dello sport. Il nostro staff medico composto da ortopedici con conoscenza specifica dei traumi e della chirurgia dello sportivo  e fisioterapico, altamente qualificato in traumatologia sportiva, interviene sull’atleta professionista e amatoriale, con un’analisi approfondita e accurata, delineando un quadro completo di recupero funzionale e integrando il protocollo di riabilitazione motoria e riatletizzazione con l’utilizzo di macchinari all’avanguardia (laser ad alta potenza, ultrasuoni, tecar terapia e onde d’urto).

La nostra consolidata e ventennale esperienza in ambito sportivo professionistico ci rende il centro più adatto sia per sportivi di alto livello che amatori.

L’iter terapeutico procede parallelamente e sinergicamente a un lavoro di equipe dedicato al recupero posturale dell’atleta, abbinando al lavoro del fisioterapista la figura dell’osteopata. L’intervento sanitario nei casi di traumatologia sportiva è personalizzato e gestito con velocità ed efficacia, per ottenere risultati duraturi nel minor tempo possibile. In questo modo lo sportivo è protagonista del proprio recupero dal momento dell’infortunio fino al ritorno all’attività agonistica.

Quanto è importante la prevenzione ?

Un’attenzione particolare è rivolta, infine, alla prevenzione, valore aggiunto nell’iter riabilitativo dell’atleta. Nello sportivo, l’infortunio può essere una prevedibile conseguenza dell’allenamento con precisi campanelli d’allarme.

Tutti gli atleti, professionisti ed amatoriali, non dovrebbero arrivare ad un quadro clinico patologico già conclamato (disfunzione, dolore, ecc.) ma mettersi nelle condizioni di prevenire l’infortunio diventano quindi di fondamentale importanza sottoporsi attraverso visite periodiche con il fisioterapista sportivo.

 

Infatti, per migliorare le performance durante le sedute di allenamento e le competizioni, si vanno a sovraccaricare le strutture muscolari e articolari che se non messe in condizione ottimale di esprimere il gesto atletico sfociano appunto in infortunio.

 

La visita del fisioterapista sportivo prevede una valutazione completa delle condizioni cliniche dell’ atleta. In particolar modo, si effettuerà un’analisi della struttura, della funzionalità osteo-arto-legamentosa, dei tessuti muscolari, della postura, dei movimenti e dei gesti sportivi. A quel punto, si deciderà un eventuale iter riabilitativo in grado di prevenire ed evitare infortuni che ti costringerebbero ad uno stop forzato dall’attività.

Ci teniamo a sottolineare che tutte le persone che effettuano sport regolarmente, anche una volta a settimana, dovrebbero dare più importanza alla prevenzione. Purtroppo, gran parte degli atleti amatoriali si rivolgono a noi solo nei casi di post infortunio, infatti spesso ci troviamo di fronte ad importanti scompensi posturali che oltre a limitarne la performance sportiva, nel futuro prossimo potrebbero cronicizzarsi e complicare la qualità della vita giornaliera della persona.

In questi casi, ideale è la ginnastica posturale, fondamentale per mantenere la muscolatura elastica, al fine di prevenire infortuni che possano generare danni tissutali, e una postura stabile per evitare scompensi futuri.

Di supporto in questa fase consigliamo anche l’ esecuzione di esercizi mirati al recupero di una corretta propriocezione globale attraverso esercizi guidati dal fisioterapista sportivo e importanti consigli da seguire prima degli allenamenti e a casa.

 

Punti fondamentali nella riabilitazione dello sportivo

 

Tipologia di lesione
Alcuni infortuni o danni tissutali sono peculiari dell’attività sportiva, come la pubalgia, lesioni muscolari, traumi distorsivi.

 

Prevenzione
Lo sportivo è sottoposto a sollecitazioni abnormi e/o ripetute, in misura decisamente maggiore rispetto a un individuo sedentario; perciò necessita di particolari programmi di prevenzione, personalizzati e corretti.

Approccio terapeutico
L’intervento sanitario nei casi di traumatologia sportiva deve essere gestito con efficacia e velocità da varie figure professionali con esperienza specifica in materia  Lo scopo è ottenere la completa guarigione e il ritorno all’attività sportiva nel minor tempo possibile evitando recidive.

Riatletizzazione
L’intervento sanitario termina con la delicata fase della riatletizzazione, caratterizzata da esercizi specifici per riprendere il gesto atletico e ottenere nuovamente lo stato ottimale per svolgere l’attività sportiva al massimo livello.

AMBULATORIO
DELLO SPORT

1/1

I MEDICI DELL'AMBULATORIO DELLO SPORT

Andrea Pellegrini Chirurgia della spalla

Dott. Andrea Pellegrini

Chirurgia della spalla

Spec. Traumatologia dello sportivo

Medico sociale Sassuolo Calcio

Contattaci

per prenotare una visita

 
  • Whatsapp