top of page

Dolore acuto che si irradia dal braccio alla parte superiore della spalla: potrebbe trattarsi della sindrome di Parsonage Turner


Sindrome di Parsonage Turner


CHE COS'È?

👉🏽# La Sindrome di Parsonage Turner (PTS) o Plessite brachiale è un disturbo raro che coinvolge il sistema nervoso periferico e in particolar modo le radici dei nervi del plesso brachiale e conseguentemente i muscoli del collo, della spalla e del braccio (dei quali il plesso brachiale controlla i movimenti).


Sono colpiti soprattutto il nervo ascellare, il tronco superiore del plesso brachiale, il nervo soprascapolare e il nervo toracico lungo.


👉🏽 Anatomicamente, il plesso brachiale è una rete di fibre nervose formata dai rami delle quattro

radici nervose cervicali inferiori (C5-C8) e della prima radice nervosa toracica (T1).

Passa attraverso il canale cervico-ascellare nel collo, supera la prima costola e arriva all'ascella

dove innerva l'estremità superiore (braccio, avambraccio e mano) e alcuni muscoli del collo e

della spalla.


👉🏽 Questo disturbo è caratterizzato da un dolore improvviso e grave nell'area interessata, seguito da debolezza o paralisi dei muscoli colpiti.




EPIDEMIOLOGIA/EZIOLOGIA


Uomo che si tocca la scapola destra per dolore

➡️ L'incidenza della Parsonage Turner è di circa 2-3 persone su 100.000 all'anno.


➡️ La prevalenza è maggiore negli uomini che nelle donne, con l'incidenza più alta che si verifica tra la terza e la settima decade di vita.






➡️ Nel 50% dei casi c’è una componente genetica.

Nei restanti casi è dovuta alla componente immunitaria e a deficit biomeccanici che scatenano la sindrome a causa di:

🔸 Infezioni batteriche o virali

🔸 Esercizio fisico estenuante

🔸 Malattie sistemiche (malattie reumatiche)

🔸 Ripetuti micro traumi in sede

🔸 Vaccinazioni

🔸 Procedure chirurgiche del plesso



CAUSE:

🤔 Non è ben chiaro il meccanismo patologico che porta allo sviluppo di questa sindrome; gli

esperti pensano che possa dipendere da un’anormale risposta del sistema immunitario che

colpisce il rivestimento mielinico dei nervi provenienti dal plesso brachiale.


L’insorgenza della sindrome è alquanto variabile, essendo riportata in varie situazioni cliniche, tra cui post-

operatoria, post-infettiva, post-traumatica e post-vaccinazione.




COME SI PRESENTA?


Sindrome di Parsonage Turner: anatomia

📌 Il decorso clinico prevede un’insorgenza improvvisa di dolore costante e grave al cingolo scapolare.


📌 Il dolore é trafittivo, bruciante, persistente, con importante limitazione funzionale della spalla interessata, che può interessare gruppi muscolari ben precisi o singoli muscoli.

I muscoli più frequentemente interessati sono il deltoide, il dentato anteriore, il bicipite, il tricipite e la cuffia dei rotatori;


📌 Il dolore non è posizionale, di solito peggiora di notte e può essere associato a risvegli dal sonno.


📌 Il dolore è spesso descritto come una pulsazione che si irradia dalla spalla distalmente al braccio o prossimalmente al collo.


📌 La durata del dolore è quasi sempre autolimitante, da 1 a 2 settimane, ma in rare occasioni può

persistere per periodi più lunghi.


ALTRI SINTOMI SONO:

🔸 Debolezza muscolare

🔸 Deficit sensitivi

🔸 Ipotono muscolare delle zone interessate




DIAGNOSI

👉🏽 Data la rarità della patologia e la sintomatologia della stessa che talvolta viene confusa con altre patologie della spalla (Lesione cuffia dei rotatori, Capsulite adesiva, Tendinite calcifica, Artrosi di spalla)

è necessario un corretto inquadramento e una diagnosi precoce della sindrome, per determinare un più corretto ed efficace piano terapeutico.


⚠️ La risonanza magnetica da sola non basta per la sua individuazione.



Elettromiografia spalla

➡️ Ciò che può contraddistinguere la sindrome è il caratteristico pattern di dolore seguito da una

profonda debolezza, la cui conferma va ricercata nell'elettromiografia, che deve essere estremamente dettagliata nell'approccio sistematico al test di muscoli specifici dell'arto superiore, data la distribuzione spesso atipica.




Clinicamente quello che si dovrebbe osservare in pazienti con la sindrome di Parsonage Turner è:

🔸 MASSA/TONO MUSCOLARE

🔸 FORZA MUSCOLARE

🔸 SENSIBILITA’

🔸 RIFLESSI



E’ quindi di fondamentale importanza affidarsi a specialisti che possano restituire una corretta diagnosi di questa sindrome




AFFRONTARE LA SINDROME DI PARSONAGE TURNER: TRATTAMENTO


Trattamento spalla

Il trattamento della Sindrome Parsonage-Turner è di tipo conservativo:


➡️ Nelle prime settimane si andrà a lavorare attraverso un trattamento di riduzione del dolore con oppiacei, FANS e neurolettici; di estrema importanza sarà anche il riposo funzionale dell'arto interessato con l'utilizzo di specifici tutori.


➡️ Vengono utilizzate anche l'agopuntura e la stimolazione elettrica transcutanea dei nervi (TENS) per aiutare a gestire il dolore.


tecar terapia

➡️ Successivamente si passerà alla terapia fisica che svolge un ruolo importantissimo nel trattamento di questa patologia.

Durante questa fase il terapista si concentra sull'utilizzo di alcune terapie strumentali come: Tecar, ultrasuono terapia, magnetoterapia e laserterapia che, nelle fasi iniziali, possono ridurre il quadro degenerativo del tessuto nervoso leso, l’infiammazione e il dolore.


➡️ Una volta che il dolore è migliorato, l’obiettivo è quello di ristabilire, mediante specifici esercizi di riabilitazione, la funzionalità dell’arto, seguito dal rinforzo muscolare; recupero e mantenimento del ROM e del movimento, nonché la prevenzione della perdita di funzionalità.

La terapia riabilitativa é basata sull'educazione del paziente, sul recupero e miglioramento del range di movimento dell'estremità superiore, sugli esercizi di rafforzamento per mantenere il movimento periscapolare e sulle modalità per alleviare il dolore.



PROGNOSI

La prognosi è variabile: è buona nei pazienti a cui è stata eseguita una diagnosi immediata e sottoposti a terapia conservativa .

Questi pazienti a 1-2 anni dall’esordio dei sintomi, recuperano il 70-90% dello stato di salute, anche se presentano intolleranza all’esercizio fisico e scarsa coordinazione a livello dei muscoli colpiti e compensatori.

Il tasso di recupero stimato è del 36% al primo anno, 75% al secondo e 89% al terzo.


⚠️ Un ritardo nella diagnosi e nella terapia potrebbe portare gravità sintomatologica, allungare i tempi di recupero, condurre a deficit funzionali e recidive.




Per qualsiasi dubbio, informazione o per prenotare una visita non esitare a contattarci, le nostre segretarie saranno felici di fornirti tutte le informazioni di cui necessiti ✅.


☎️ Reggio Emilia: 0522 337722

📲 + 39 391 385 0341


☎️ Fogliano 0522 205535

📲 + 39 351 216 3037




Comments


Scopri le origini del tuo dolore alla spalla e come tornare alla normalità
  • Whatsapp
bottom of page