top of page

Spalla del lanciatore


Sei uno sportivo e hai dolore alla spalla? La pallavolo, il tennis, la pallamano ,il nuoto, il lancio del giavellotto, il lancio del peso, sono solo alcuni dei numerosissimi sport dove possono comparire problematiche dolorose correlate all’ OVERHEAD, chiamate anche problematiche della “SPALLA DEL LANCIATORE”.

Come ben saprai in molti sport è necessario sviluppare una notevole forza nelle fasi di attacco (schiacciata nella pallavolo, servizio del tennis, caricamento del lancio nella pallanuoto ecc.).

Quello che accomuna questi sport così apparentemente differenti, è l’utilizzo dell’ arto superiore e in particolar modo della spalla, che viene reclutato al di sopra della testa per espletare il gesto tecnico.

In medicina sportiva questi gesti tecnici sono chiamati “OVERHEAD”.


Prima di continuare con la lettura dell’articolo, vorremmo informarti che il Centro Riabilitativo Reggiano ha creato un video approfondimento sulle patologie della spalla ed i problemi a cui può essere soggetta. Se vuoi scoprire come possiamo aiutarti per risolvere le tue patologie sul tasto qui sotto ed accedi al video!


Ma cosa accade dentro la spalla nei movimenti OVERHEAD? Per farvi un esempio di una patologia piuttosto frequente negli sportivi che praticano sport overhead, proviamo a considerare il gesto tecnico della schiacciata nella pallavolo piuttosto che quello determinato nella fase di battute. Quando l’atleta si prepara all’attacco, il braccio viene “caricato” all’ indietro, dietro la testa, come una catapulta e all’interno dell’ articolazione questo movimento porta la testa dell’ omero a spingere in avanti verso la capsula articolare. Questo gesto ripetuto, a lungo andare, può causare un allentamento della capsula articolare legamentosa anteriore. Lo stesso movimento verso avanti dell’ omero causa al contempo una retrazione della capsula posteriore.

Il gesto tecnico può dunque portare nel tempo ad una condizione dolorosa caratterizzata da instabilità anteriore ed irrigidimento posteriore dell’ articolazione della spalla con una graduale alterazione della biomeccanica della spalla, che in poco tempo andrà a degenerare le altre strutture, creando tendiniti della cuffia dei rotatori o come quella del capo lungo del bicipite, che ahimè, saranno solo povere vittime di un sistema più complesso che non sta funzionando.

La cuffia dei rotatori è il principale motore della spalla e tutti i tendini devono funzionare alla perfezione come gli ingranaggi di un orologio.

Una delle principali cause di dolore è identificabile con il nome di “sindrome da conflitto” o “impingement” causata dalla compressione del tendine del muscolo sovraspinato tra la testa dell’ omero e lo spazio sub-acromiale.; altre condizioni correlate possono essere frequenti borsiti e tendiniti degli altri tendini della cuffia . Se non trattata e riconosciuta con una corretta diagnosi fatta da specialisti la “spalla del lanciatore” può degenerare in problematiche più serie, come lesioni tendine e la lesione del cercine della cavità glenoidea stessa, che a lungo andare può portare ad artrosi dell’ articolazione, la cui soluzione negli stati molto avanzati potrà essere soltanto quella chirurgica. Come possiamo riconoscere e curare il dolore causato dall’OVERHEAD? Partendo dal presupposto che parliamo di una patologia da sovraccarico funzionale, l’ OVERHEAD può come abbiamo visto, essere causato da più strutture e da più schemi disfunzionali, quindi facilmente confondibile con altre patologie, come per esempio l’ infiammazione del capo lungo del bicipite, che seppur possa venire interessato, nella condizione della “spalla del lanciatore”, l’approccio terapeutico dovrà essere definito in un’ottica più ampia.

La spalla del lanciatore infatti è considerata una patologia definita da un quadro globale specifico che si differenzia dalle lesioni o dalle instabilità dei soggetti non sportivi, proprio perché i microtraumi causati dai gesti ripetuti dell’ atleta che pratica sport OVERHEAD, evidenziano problematiche specifiche nel articolazione, nei muscoli e nei legamenti coinvolti nel movimento.

Come si cura? L’ inquadramento di questa specifica patologia è il punto di partenza per la pianificazione e l’attuazione di un piano terapeutico di successo. Come già detto, la spalla del lanciatore potrebbe essere confusa con altre problematiche funzionali. È solo attraverso test specifici ed una valutazione attenta effettuata da personale esperto e preparato sulle patologie della spalla, sarà possibile restituire l’atleta alla sua disciplina perfettamente in grado di riprendere la sua attività agonistica.

La disinformazione e il non affidarsi ai migliori specialisti del campo può incidere pesantemente nella qualità di vita di una persona e nella carriera di un atleta.

Comments


Scopri le origini del tuo dolore alla spalla e come tornare alla normalità
  • Whatsapp
bottom of page